H2O Magazine

RISPONDERE A UNA DOMANDA SENZA RISPOSTA: LA PESCA A MOSCA È UN'ARTE?

Continua

H²O magazine…pescare viaggiando.

OGNUNO A MODO SUO

Alcuni pescatori a mosca attraversano il mondo per scoprire destinazioni lontane e remote, per visitare le parti del mondo che, in qualche modo, sembrano ancora intatte. Alcuni hanno i loro corsi d’acqua preferiti, il loro pezzo di paradiso dove osservano e imparano ogni piccola cosa e vanno avanti così per molti anni.

Taluni si ritengono ‘dipendenti’, alcuni preferiscono essere in compagnia, mentre altri trascorrono il loro tempo sull’acqua da soli. Ad alcuni piace la scarica di adrenalina, altri dicono che li rilassa più della meditazione, alcuni sono profondamente innamorati delle forme uniche di una coda, altri trascorrono ore e ore seduti accanto al morsetto a creare null’altro che bellezza e magia.

Le abilità richieste per suonare un pezzo complesso con la chitarra, per dipingere un quadro emozionante, per mettere insieme le parole e formare una frase in modo tale che questa risulti affascinante e perfetta non sono diversi dalle abilità richieste per costruire una bella mosca. La spiegazione logica sarebbe che è lo scopo a fare la differenza.

Se si riunisse una folla di pescatori e si chiedesse loro di descrivere la pesca a mosca con poche parole, quelle più usate sarebbero: dipendenza, passione, avventura, gioco, amore, sport e arte. L’arte della pesca a mosca! Riflettendoci un po’, la pesca a mosca è e può essere molte cose, ma la domanda che si pone maggiormente suona così: la pesca a mosca è un’arte?

INNANZITUTTO, COS’È L’ARTE?

L’arte è, per definizione, un processo o un’attività svolta dall’uomo con intenti comunicativi o estetici, perseguendo l’unico scopo di esprimere un’idea o un’emozione, oppure un’idea del mondo.

Come forma di espressione umana di una natura creativa in una gamma differenziata di attività umane, l’arte è un concetto globale in evoluzione e, oggi più che mai, l’arte non è usata solo per esprimere la propria abilità o per presentare la bellezza, ma anche per convogliare un messaggio.

L’arte scaturisce da una prospettiva soggettiva ed è percepita soggettivamente, è fatta per emozionare le persone e, detto questo, l’arte trasmette un messaggio. L’arte si manifesta in  varie forme, varietà e dimensioni. Si può usare l’arte per comunicare a vari livelli – non c’è bisogno di parlare la stessa lingua, avere la stessa età o essere della stessa razza.

Tutto quello che c’è da fare è guardare, osservare, ascoltare, voler sentire ed essere aperti a sperimentare qualcosa di nuovo. Il potere dell’arte è formidabile e sarebbe difficile immaginare la vita degli esseri umani senza di essa.

Il drammaturgo e attore americano  Harvey Fierstein ha espresso molto bene il concetto: „L’arte ha il potere di trasformare, illuminare, educare, inspirare e motivare“ e questa potrebbe essere nientemeno che la più semplice definizione di arte.

L’ARTE DELLA PESCA A MOSCA

Nel corso della storia, la pesca a mosca è stata spesso descritta come un’arte o una forma artistica. Molti scrittori famosi hanno parlato di pesca a mosca in un modo solenne e divino. Ciò non è cambiato fino a oggi e ora, probabilmente più che mai, la pesca a mosca è considerata un’arte o una forma artistica, quantomeno tra i pescatori a mosca di tutto il mondo.

Chi non sa nulla di pesca a mosca farà senz’altro alcune domande. Probabilmente solleverebbe anche alcune obiezioni. Perché? Come può la pesca a mosca essere un’arte? Com’è possibile mettere in relazione arte e pesca a mosca? Che cos’ha di così divino? Senza dubbio la pesca a mosca è da molti anni una costante fonte di ispirazione da parte di scrittori, poeti, sceneggiatori, musicisti, pittori e fotografi.

Questo però risponde alla domanda: la pesca a mosca è un’arte? Proviamoci. Nella pesca a mosca è coinvolta molta espressione e creatività e pescare a mosca non significa solo prendere pesci. È molto, molto di più. Lanciando la coda, creiamo tutti quei bei movimenti che appaiono a tratti magici.

Pescare a mosca può semplicemente „accendere l’interruttore“ e creare un’esperienza estetica nella mente del pescatore. Le mosche sono qualcos’altro, qualcosa degno di essere ammirato e ci vogliono sia abilità che creatività per legare una bella mosca. Alcune di esse sono veri capolavori, legate con tanta abilità e passione da presentare la bellezza dal più piccolo dettaglio al quadro d’insieme.

Oggi più che mai, i pescatori a mosca sono molto chiari quando si tratta di mandare un messaggio e, che sia un’immagine scattata col cellulare, una canzone o un bel dipinto, il messaggio rimane lo stesso – i pescatori a mosca hanno un forte legame con la natura e i corsi d’acqua e vogliono che altri sappiano quant’è importante preservare la loro bellezza e quella delle creature che vivono sott’acqua, mostrare e condividere il loro amore e la loro passione.

La pesca a mosca ha certamente il potere di trasformare e illuminare, educare, ispirare e motivare. Con questa definizione, la pesca a mosca può essere senz’altro considerata una forma artistica e per la maggioranza dei pescatori a mosca basterà questo.

Alexandar Vrtaric

Abbonati ad H2O Magazine per il 2018

49€

per l’abbonamento annuale

per maggiori informazioni 

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi