H2O Magazine

L’OSSESSIONE DEL DORADO

Il “golden dorado” è in cima alla lista dei miei pesci preferiti
Continua

H²O magazine…pescare viaggiando.

GOLDEN DORADO

Il “golden dorado” è in cima alla lista dei miei pesci preferiti, assieme alla pesca alla trota.

Dato che sono nato al centro dell’Argentina ma ho trascorso parecchi mesi all’anno nel nord della Patagonia, mio padre mi ha educato alla pesca alla trota, però anche la pesca al dorado è stata sempre presente nei molti viaggi verso il nord-est dell’Argentina.

Fu così che quando la guida di pesca dell’Estancia Laguna Verde, Dario Arrieta, propose di andare a pescare il Golden Dorado, i miei occhi brillarono di eccitazione al solo pensiero di quanto sarebbe stato divertente.

Una buona pesca al dorado nei sistemi fluviali del Paraná e dell’Uruguay (di gran lunga i più importanti se si punta a questo straordinario pesce sportivo dell’Argentina) dipende da molti fattori, tra cui i più importanti sono i livelli dell’acqua, le migrazioni dei pesci esca, le piogge e la pressione di pesca.

Così quando io, Dario e mio padre discutemmo sul fatto di pescare il dorado, sapevamo tutti che “partire da un lodge sulla terraferma”avrebbe potuto presentare aspetti che noi reputavamo negativi per un’operazione di pesca.

Nacque dunque l’idea del Golden Dorado River Cruiser,una grande barca cabinata per pescare il golden dorado sul fiume. Perché non usare una grande nave che potesse fungere da confortevole “lodge fluttuante”, in grado di fornire ai pescatori alloggio e servizi di prima classe, oltre alla possibilità di spostarsi lungo i diversi corsi d’acqua in base alle condizioni di pesca, alle migrazioni dei pesci esca, avendo al contempo la possibilità di visitare zone remote, senza pescatori in giro?

GOLDEN DORADO RIVER CRUISER

LA NAVE

La barca è un catamarano assai confortevole lungo 22 metri e largo 8 metri, con 3 ponti/livelli.

Sul primo livello, quello inferiore, ci sono 4 stanze doppie molto confortevoli con bagno privato, tutte dotate di aria condizionata e sistema di riscaldamento, corrente disponibile 24 ore su 24, TV e due comodi letti.

Il secondo livello ha un bel soggiorno, una sala da pranzo e una cucina, mentre all’esterno c’è un ponte per rilassarsi e godersi la vista del bel fiume.

Il livello superiore ha un solarium molto carino e una splendida visuale a 360° con comode poltrone reclinabili.

IL PROGRAMMA

Per raggiungere la nave  i pescatori generalmente arrivano a Buenos Aires, dove un rappresentante del Golden Dorado River Cruiser li va a prendere all’aeroporto internazionale o locale, o in un albergo di Buenos Aires. Da lì sono 2 ore e mezza di strada per giungere alla Marina privata dove comincia il programma.

All’arrivo lo staff dà il benvenuto agli ospiti e mostra loro le stanze, dopodiché la reception offre cocktail, bevande e antipasti. Il capitano fa un discorso introduttivo descrivendo le condizioni di pesca, le zone dove gli ospiti pescheranno nei giorni seguenti e vari dettagli relativi all’attrezzatura, le mosche, ecc. La nave offre  un’ampia gamma di attrezzatura a noleggio,  oltre alle mosche giuste.

Il giorno dell’arrivo i pescatori possono pescare per mezza giornata, il che equivale a una buona sessione di riscaldamento dopo il lungo viaggio. La giornata tipo comincia con la colazione delle 8, dopodiché gli ospiti partono a coppie con la loro guida per la sessione di pesca del mattino.

LA PESCA

Gli ospiti del programma Golden Dorado River Cruiser pescano nell’enorme delta del fiume Paraná, noto anche come il delta superiore. Quest’area gigantesca costituisce il secondo delta del Sudamerica in ordine di grandezza dopo l’Amazzonia, dunque è anche uno dei più grandi al mondo.

Questo sistema fluviale unico presenta una rete molto ampia e complessa di terreni paludosi, lagune, affluenti, insenature, isole, ecc. che funge da grande filtro, rendendo le sue acque molto più trasparenti di quelle dei fiumi principali Paraná e Uruguay.

Qui si trovano tarponi e sardine, che sono la principale fonte di nutrimento dei golden dorado, così come di altri pesci predatori come il Chafalote (payara del fiume Paraná), il Palometa, il Surubi, il Pira Pitá, il Wulf Fish, il Pacúe e altri eccellenti pesci sportivi che rendono la pesca varia e divertente.

TECNICHE DI PESCA E ATTREZZATURA

La pesca migliore si ha solitamente da settembre a maggio, anche se il programma Golden Dorado River Cruiser continua tutto l’anno ed è comune avere un’ottima pesca anche durante i mesi invernali.

Durante questi mesi di solito si pesca con code galleggianti e mosche secche, popper e modelli di topo in superficie.

Quando si cercano pesci di grossa taglia, in genere si perlustrano acque profonde, talvolta con code dotate di punta affondante e streamer neri, a caccia dei pesci più grossi.

Le mosche più comuni sono una selezione assortita di imitazioni  con occhi  di diverso peso. Una classica mosca da dorado è la “Andino Deceiver”, creata dal famoso designer e costruttore di mosche argentino Carlos Ingrassia, il quale creò questo modello negli anni Ottanta e da allora influenzò tutta la pesca al dorado dell’Argentina.

Nuovi materiali sintetici, come il CraftFur, le fibre PE e simili permettono ora di creare degli ottimi profili nei modelli di mosca, che si lanciano molto bene e assorbono pochissima acqua.

È importante anche avere una buona selezione di popper, mosche grosse, modelli di topi e pole dancers, se si vuole provare una delle migliori possibilità di pesca  in acqua dolce in assoluto. Vedere uscire dall’acqua un golden dorado che abbocca a una mosca è probabilmente in cima alla lista dei desideri di qualunque pescatore.

Questo programma è adatto a qualsiasi tipologia di pescatore a mosca, poichè  combina la migliore pesca al dorado con altri fantastici pesci sportivi,in un’ambientazione unica e una sistemazione comoda e affascinante, circondati dalla natura nella sua veste migliore.

Un’esperienza adatta tanto agli irriducibili pescatori esperti quanto ai principianti di questo sport. E’ inoltre una fantastica destinazione per tutta la famiglia in quanto il bird watching e l’ottima cucina rendono la crociera sicuramente molto piacevole anche per i non pescatori.

 

Luciano Alba

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi