H2O Magazine

LE MIE MOSCHE MIGLIORI

Questo articolo nasce da una specifica richiesta, molto semplice e diretta. Caro Rasmus, hai pescato ovunque ci siano grossi pesci, quali sono le tue mosche preferite? Ecco la risposta
Continua

H²O magazine…pescare viaggiando.

LE MIE IMITAZIONI

Le mie imitazioni di avannotti e pesci foraggio mi hanno salvato la giornata in numerose occasioni. Sembrano esercitare una forza d’attrazione pressoché irresistibile nei confronti dei grossi pesci predatori, indipendentemente da quanto schizzinosi o apatici questi possano sembrare. Spesso la combinazione di dimensioni e rapido recupero è ciò che fa perdere le staffe a un pesce predatore.

Talvolta, però, si attardano un po’ a studiare la preda prima del colpo decisivo. In ogni caso, è buona cosa possedere uno streamer che faccia la sua parte – uno streamer che possa tollerare d’essere messo alla prova senza poi dover essere scartato. Ci possono anche essere altri streamer che appaiono più convincenti dello RPO Main Streamer, ma pochissimi sono più facili da costruire.

Il RPO Main Streamer si monta in meno di cinque minuti e ha un aspetto alquanto commestibile malgrado i minimi sforzi di legatura: ha un bel profilo nell’acqua, una pancia scintillante e movimenti pulsanti.È uno di quei modelli che prendono pesci in qualsiasi circostanza – finché in giro ci sono pesci predatori affamati.

LEGARE MOSCHE DA LUCCIO

Legare mosche da luccio è uno dei miei passatempi preferiti e io mi diverto sempre a costruire un nuovo prototipo di mosca da luccio sul mio shock tippet a testare le reazioni. Nel corso degli anni ho acquisito una migliore comprensione degli elementi chiave che attraggono un luccio verso una mosca e che contribuiscono a indurlo ad abboccare.

Talvolta sono stupefatto nel vedere in cosa i lucci decidono di affondare i loro denti. Non sempre preferiscono le mosche che io inizialmente avrei desiderato che preferissero, ma questo non fa che aggiungere un po’ di mistero e di imprevedibilità a questo magnifico pesce.

L’unico vero modo per sapere se una nuova mosca da luccio produrrà la quantità di spericolati strike che voi vi prefiggevate mentre la costruivate è gettarla in acque piene di lucci e tirarla verso di sé con uno strattone.

Io l’ho fatto recentemente con una nuova mosca da luccio appena uscita dalle ganasce della mia morsa Renzetti – una mosca che io ho chiamato RPO Pike Lollipop per la sua somiglianza con una di quelle caramelle colorate zuccherose su bastoncino che si prendono nei parchi a tema, nei giardini e nelle fiere.

Essendo una voluminosa mescolanza di rosso, bianco e argento, sapevo che la mosca aveva delle potenzialità. Inoltre, essendo fatta principalmente di temple dog,  ha un sacco di volume e un buon profilo oltre a eccellenti capacità di vibrazione e volteggio.  Lasciai che fossero i lucci a giudicare e loro…persero completamente la testa!

Quel giorno ebbi un’intera serie di strike spettacolari e finii per trarre a riva qualche grosso pesce che aveva completamente ingoiato la mosca. Alla fine della giornata, dopo aver recuperato la mosca dalle trappole di morte di almeno una dozzina di fauci di altrettanti lucci, il Lollipop assomigliava di più a un batuffolo di zucchero filato morso e mezzo mangiato.

Comunque, visto che è assai divertente sperimentare con le mosche da luccio, io raramente lego due volte la stessa mosca. In questi giorni, però, ho sempre una fornitura di RPO Pike Lollipop appena legate nella mia scatola di mosche.  Per i lucci sono irresistibili, come una caramella per un bambino!

LE MOSCHE DA TARPON

In un recente viaggio nel Belize, ho avuto molto successo con lo SS Streamer, che alla fine mi ha aiutato a realizzare un doppio grande slam consistente in un tarpone da 70 libbre, un permit da 25 libbre e un bonefish da 3 libbre – in meno di cinque ore. Ora, probabilmente i miei giorni di sperimentazione sono finiti!

È difficile dire cosa del SS Streamer di altre simili mosche da tarpone le rende così efficaci. Ci sono però un paio di possibili spiegazioni che mi vengono in mente. Innanzitutto le mosche prevalentemente nere hanno contorni e contrasti ben definiti quando si stagliano contro il brillante cielo dei Tropici, inoltre, un po’ di rosso, porpora e/o color verde pallido aumenta il marchio visivo delle mosche e funziona da punto di strike.

Per finire, il classico streamer da tarpone consistente in un amo relativamente corto ma robusto, una lunga coda e una mosca munita di penne vibranti fa sì che la mosca, vivace e vibrante, appaia assolutamente commestibile. Possono anche non assomigliare a nulla di ciò in cui si imbatte normalmente il tarpone quando va a caccia, ma non è questo il punto. Queste mosche sono efficaci ed è quel che conta quando si dà quel colpo cruciale nel prendere la regina argentata!

LA MOSCA PIZZA

Mentre pescavamo nell’ormai famigerato Elbow Reef sull’isola di Turneffe, la mosca fece andare fuori di testa i permit, spazzando via tutta la loro discrezione, raffinatezza e prudenza a favore di alcune abboccate impetuose e avventate. Manco a dirlo, io ero stupefatto.Ma dopo aver visto come la mosca zigzagava e saltellava imprevedibilmente attraverso l’acqua ad ogni recupero, cominciai a rendermi conto che non era il solo aspetto della mosca che induceva una reazione così forte da parte dei pesci – erano i movimenti erratici causati dal grosso corpo epossidicotriangolare e da tutta la resistenza dell’acqua a cui davano adito.

La mosca, ideata da una delle guide del Turneffe Island Resort, fu chiamata, spiritosamente, mosca pizza perché la sua forma è simile a un trancio di pizza; in un solo giorno, io e il mio compagno di viaggio abbiamo visto sei massicci permit da 20 libbre ingoiare la mosca!

Pazzesco!!! Per il cattivo tempo e i forti venti di burrasca abbiamo potuto pescare solo per una giornata intera sull’Elbow quell’anno, ma quando sono tornato, un anno dopo, avevo un’intera selezione di pimpantimosche pizza nella mia scatola : mosche pizza RPO–munita totalmente di occhi su bastoncini, gambe in gomma, piumee nuovi colori traslucidi per il corpo. In un’ora di pesca abbiamo allamato, tratto a riva e rilasciato due permit da 20 libbre–e il divertimento non era finito.

Molti altri pesci combattivi d’alto mare, come il Carangide cavallo, comete, aguglie e carangisi sono uniti al divertimento, era chiaro che la mosca esercitava un’attrazione speciale – soprattutto con quel nuovo aspetto più realistico. Si suppone che la mosca pizza imiti un gambero in fuga ed è questo che mi ha indotto a farla assomigliare di più a un gambero con colori più simili e particolari come le antenne, le gambe e gli occhi.

Ci vogliono un po’ di abilità e pazienza per legarla, ma il risultato vale lo sforzo. Il miglior modo di pescarla è con strappi repentini e improvvisi a una velocità molto elevata, con alcuni arresti intermedi. Abbastanza spesso capiterà che il pesce prenda la mosca in caduta, quando volteggia caoticamente verso il basso nella colonna d’acqua, dunque siate sempre preparati a strike impegnativi.

 

Rasmus Ovesen

Abbonati ad H2O Magazine per il 2019

49€

per l’abbonamento annuale

per maggiori informazioni 

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi