H2O Magazine

IN SELLA – DUE RUOTE E UNA CANNA DA MOSCA

La pesca a mosca in bicicletta
Continua

H²O magazine…pescare viaggiando.

UNA PASSIONE

Come pescare a mosca, andare in bicicletta è un’avventura, una passione, un piacere, e che si tratti di una veloce pedalata allo spot di pesca preferito o di un tour di alcuni giorni su un corso d’acqua distante o remoto, è sempre una nuova esperienza e una nuova occasione per ritrovare se stessi.

Andare in bicicletta comincia come un hobby innocente e, proprio come non vi ci è voluto molto per comprare un’altra canna da mosca, un bel mulinello nuovo e una buona lenza, non vi ci vuole neanche molto per appassionarvi al punto di trovarvi con i bagagli pronti, in partenza per un altro giro „su due ruote“.

Presto diventerà qualcosa a cui penserete molte volte al giorno e quando tornerete stanchi ed esausti, con quel dolce sorriso di soddisfazione stampato in faccia, pianificando già un altro viaggio di pesca col vostro compagno a due ruote, ecco, a quel punto è fatta – avrete ufficialmente sviluppato una dipendenza e, come per la pesca a mosca, non esiste ritorno. Non c’è da preoccuparsi, non vi farà male. I vostri muscoli probabilmente s’ingrosseranno, vi verrà un sedere d’acciaio e vi sentirete meglio come non mai!

LA GIOIA DI ESSERE IL PROPRIO MOTORE

Mentre viaggiare in auto, treno, pullman o aereo verso una nuova e sconosciuta località di pesca può essere molto divertente, viaggiare con la propria volontà ed energia è qualcosa d’altro. Fondere queste due passioni, la pesca a mosca e il ciclismo, è la cosa più bella – il vostro viaggiare non consiste semplicemente nel muovervi da uno spot all’altro, come avviene in auto o pullman, ma è davvero un viaggiare attraversando ogni minimo luogo.

Non passate semplicemente su quelle vie e strade, ma le vedete e vivete per davvero. Quando siete in sella alla vostra bicicletta, siete il vostro motore e questa è una gioia davvero difficile da descrivere. Vi capita di vedere un piccolo ruscello o un laghetto che non conoscevate e potete trovare e raggiungere facilmente quegli spot nascosti, fare un lancio e prendere un pesce mai pescato prima.

Trovarvi in un luogo che non è neppure elencato sulla cartina geografica, semplicemente non ha prezzo. Mentre andate a zonzo sul vostro compagno a due ruote, vi capita anche di fermarvi e di chiacchierare con molte persone interessanti e divertenti, raccogliere notizie non solo sui corsi d’acqua e gli spot di pesca del luogo, ma anche sul buon cibo, i posti economici in cui alloggiare e le cose da vedere. Incontrando gente e parlando con loro vi farete un’idea incredibile del posto e, che sia piccolo o grande, una città o un villaggio, ve lo ricorderete a lungo giusto per le persone incontrate con cui avete parlato.

LA FLESSIBILITÀ È GIOIA

Da un certo punto di vista il ciclismo non è molto diverso dalla pesca. Ascoltare qualcuno che ha un sacco di esperienza può essere d’aiuto, ma ascoltare dieci persone, con più o meno esperienza, vi creerà solo confusione. Probabilmente ricordate quella volta che un tizio vi ha detto che una canna lunga  9 piedi era quella giusta, così che voi avete finito per vendere la canna e prenderne un’altra solo perché vi sembrava quella adatta a voi? Bene, è la stessa cosa quando si tratta di bicicletta. Essere flessibili significa semplicemente non essere limitati.

Certamente potete chiedere dei pareri, ma forse finirete per confondervi. Il miglior consiglio che ho mai avuto è quello ricevuto da un anziano incontrato lungo il tragitto, ricordo che disse qualcosa come: „Ragazzo, non ascoltare troppo quello che dicono gli altri. Ascolta te stesso e fai ciò che ti piace e che senti sia giusto per te. Puoi sbagliare e probabilmente sbaglierai molte volte. In compenso imparerai in prima persona e la volta dopo saprai regolarti meglio“. Sì, l’esperienza personale non ha prezzo.

Alcuni viaggiano soli e questo è un gran modo per conoscere davvero se stessi. Quando fate un tour in bici, avrete i vostri momenti di solitudine, ma incontrerete anche molta gente. Gli altri ciclisti si fermano a salutarvi, vi parlano e vi offrono da bere o persino il pranzo. Lo stesso accade di solito quando notate un laghetto o fiume ben curato e decidete di fare alcuni lanci – un altro pescatore si diletterà nell’ascoltare le vostre avventure di pesca.

Viaggiare insieme a uno o più amici è senz’altro un gran divertimento, ma può anche diventare un incubo. Bisogna essere il più possibile flessibili e occorre un po’ di tempo per adattarsi all’altro, cosa non sempre facile. Alcuni pedalano più lentamente, altri sono più veloci e agili, certi vogliono fermarsi più spesso e altri preferiscono l’albergo alla tenda sotto il cielo stellato, ma tutto dipende proprio da voi, siate accomodanti e considerate il fatto che alcune cose possono essere meno gradevoli di altre. Accettatelo e godetevi l’avventura.

FAI POCHI BAGAGLI E VAI!

Essere un pescatore a mosca significa che sapete già quanto sia importante non complicare le cose o le situazioni. Semplicemente non potete portarvi appresso le vostre canne da mosca da 2”, 3”, 4”, 5”, 6”, 7”, 8”, 9” e 10” quando decidete di pescare. Quando fate un tour in bici, dovete scendere a compromessi ancora di più. Non avrete bisogno di 500 mosche e diverse canne.

Prendete una canna da viaggio che possa essere trasportata facilmente e che sia ben protetta. Non c’è bisogno di spendere una fortuna, potete trovare canne da viaggio davvero ottime, addirittura per meno di 100 EUR. Assicuratevi di avere abbastanza ninfe, mosche secche e streamer attentamente selezionati che funzionino bene. Abbastanza significa non troppe. Pensate a tutte le cose di cui potete fare a meno e lasciatele a casa, soprattutto a quelle che non potete portarvi appresso facilmente.

Che facciate un giro dall’alba al tramonto o della durata di una settimana, apprezzerete ogni singolo minuto. Suona divertente? Lo è! Avete una mountain bike che usate di rado? State pensando di prenderne una e di partire per un corso d’acqua sconosciuto? Bene, non pensate – fatelo! Preparate le vostre cose e salite in sella!

ALEKSANDR VRTARIC

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi